Archivi categoria: €uro

Restituzione dei nostri Deputati –> Microcredito

Vittorio Ferraresi (Finale Emilia) e Michele Dell’Orco (Formigine) a conferma (*) di quanto promesso in campagna elettorale ( strano no??…) hanno restituito parte del loro stipendio che aggiornato a Novembre 2014 ammonta alla rispettabile cifra di 155.700€!!!

(*) Coerenza: termine usato assoluto; Si dice di una persona fedele ai suoi princìpi o che agisce in modo conforme al proprio pensiero e agli impegni presi

restituzione michele e vittorio A4 soliera

 clicca sull’immagine

Questi soldi vanno a incrementare un fondo del Ministero dello Sviluppo Economico al quale possono accedere tutte le persone che hanno avuto conferma di finanziamento del loro progetto lavorativo, per ulteriori info vi rimandiamo al sito www.microcredito5stelle.it o al sito del MISE www.sviluppoeconomico.gov.it, vi suggeriamo inoltre il link per il Decreto Ministeriale (clicca), per finire guarda questi video, il resto sono CHIACCHIERE 😉

Per verificare tutti i resoconti, e la restituzione voce per voce dei nostri due Deputati, vi rimandiamo alla pagina Tirendiconto? (clicca). Domandatevi: se due (2) Parlamentari possono arrivare a restituire alla gente questa cifra, pensate un po’ a quanto si potrebbe accumulare in questo fondo microcredito o magari anche il fondo di garanzia PMI se la Camera dei Deputati e il Senato uniti, decidessero di legiferare in questo senso? (950 persone circa….)

Rivolgiamo un caloroso A tutti i Parlamentari, specificatamente della nostra Provincia e della nostra Regione: Voi che aspettate?

Ulteriori info su:

Restituzione: Pagina di riferimento del nostro Blog (clicca)

Microcredito 5 Stelle: Pagina di riferimento del nostro Blog (clicca)

Annunci

MICROCREDITO 5 STELLE

APRI UNA NUOVA ATTIVITA’ IL M5S TI AIUTA!MICROCREDITOfronte

Ci hanno preso in giro per gli scontrini, per la rendicontazione, coadiuvati dai Media che non hanno mai spiegato con la dovuta attenzione qual’è la motivazione e la reale intenzione dei gruppi Parlamentari del Movimento 5 Stelle, almeno di quelli che, come PROMESSO E MANTENUTO IN CAMPAGNA ELETTORALE, non sono usciti, non sono andati nel gruppo misto e CONTINUANO a rendicontare e a restituire parte del MICROCREDITOretroproprio stipendio.

FATTI!, non parole, COERENZA e mantenimento delle promesse fatte in Campagna elettorale, vuoi aprire una Azienda? hai un progetto e non hai ACCESSO AL CREDITO perchè non hai garanzie da portare in Banca ? Ora abbiamo tutti una reale possibilità di farcela, grazie al Movimento 5 Stelle. Come? Accedi alla pagina http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/ e informati come fare per accedere a questo MICROCREDITO. Qua sotto un video che spiega per sommi capi tutto il progetto.

Notizie da Roma:

IMPRESE. AL VIA IL MICROCREDITO M5S CON 10 MILIONI DI EURO

Dell’Orco e Ferraresi I NOSTRI PARLAMENTARI M5S DELLA PROVINCIA DI MODENA:  “Dal taglio dei nostri stipendi oltre 155mila euro per dare vita a nuove imprese”

foto ragazzi m5s

Vittorio Ferraresi (Finale Emilia) – Michele Dell’Orco (Formigine) – Maria Edera Spadoni (Reggio Emilia) mostrano il volantino con l’importo di 10 MILIONI DI EURO destinato al Microcredito.

 “Finalmente ci siamo perché oggi prende il via il Microcredito M5S destinato a tutti i cittadini ed in particolareai giovani che intendono intraprendere iniziative economiche”. Lo dichiarano Michele Dell’Orco e Vittorio Ferraresi, deputati modenesi M5S, a proposito del fondo, frutto dell’iniziativa di autoriduzione del loro stipendio che i pentastellati hanno posto in atto in Parlamento fin dall’inizio dellalegislatura nell’ambito di un programma di taglio dei costi della politica.  “Abbiamo lottato due anni per riuscire ad abbattere il muro di cavilli e burocrazia che non ha permesso ai cittadini di ricevere subito le risorse messe da noi a disposizione, avrebbero dovuto premiare questa nostra buona volontà –aggiungono i parlamentari – e invece ci hanno messo i bastoni fra le ruote in tutti i modi possibili. Alla fine comunque ce l’abbiamo fatta e grazie ai nostri tagli abbiamo messo da parte  complessivamente10 milioni di euro di cui – specificano orgogliosi Dell’Orco e Ferraresi- ben 155705,72euro provengono dalle nostre buste paga da marzo 2013 a novembre 2014. Tutte queste risorse sono ora nel fondo che permetterà l’apertura di una nuova impresaalgiorno con un assegno fino a 25mila euro ciascuna . Un fondo che si rigeneraautomaticamente e che consentirà, quindi, il suo utilizzo potenzialmente all’infinito. Stiamo segnando la storia –concludono i deputati- Una cosa del genere non si è mai vista in tutto il mondo, politici che si tagliano lo stipendio e lo restituiscono alla collettività, per combattere ladisoccupazione, per infittire il tessuto delle piccole imprese, vera ricchezza di questo Paese e invitiamo i cittadini a farsi avanti per PRENDERSI LA LORO PARTE”.

FUORI DALL’€URO! Raccolta Firme 13 Dicembre

firmacontroleuro

COME SI ESCE DALL’EURO:

Il referendum consultivo per uscire dall’euro si può fare. Per poterlo indire è necessario approvare una legge costituzionale “ad hoc” come già avvenuto nel 1989 quando si richiese agli italiani se volevano dare o meno facoltà costituente all’Unione Europea:

“Il referendum consultivo del 1989 in Italia si è tenuto il 18 giugno 1989, contestualmente alle elezioni europee del 1989, per sentire il parere popolare sul conferimento o meno di un mandato costituente al Parlamento europeo eletto nella stessa occasione. Poiché la Costituzione della Repubblica Italiana prevede solo due tipi di referendum, quello abrogativo e quello confermativo per quel che riguarda la procedura di revisione costituzionale, per poter indire un referendum consultivo si è dovuto procedere approvando ad hoc la legge costituzionale 3 aprile 1989”

La legge costituzionale per indire il referendum sarà presentata agli italiani sotto forma di legge di iniziativa popolare. Per poterla depositare in Parlamento è necessario raccogliere almeno 50.000 firme in sei mesi. Una volta depositata, presumibilmente a maggio 2015, i portavoce del M5S alla Camera e al Senato si faranno carico di presentarla in Parlamento per la discussione in Aula. Approvata la legge costituzionale ad hoc che indice il referendum, considerando i tempi di passaggio tra le due Camere, a dicembre 2015 gli italiani potranno andare alle urne ed esprimere la loro volontà sull’uscita dall’euro con il referendum consultivo.

Gli step del REFERENDUM:

stepreferendum

Il 14 novembre il M5S ha presentato in Cassazione il testo della legge di iniziativa popolare e in poche settimane inizieremo a raccogliere le firme per la legge di iniziativa popolare per indire il referendum. Abbiamo bisogno del maggior numero di firme possibile per non lasciar alcun alibi a questi portaordini della Merkel e della BCE capeggiati da Renzie. Gli italiani devono poter decidere se vogliono morire con l’euro in mano oppure vivere e riprendersi la propria sovranità.

CLICCA QUA per visitare la pagina del blog di Beppe Grillo e avere ulteriori informazioni.

CLICCA QUA per ascoltare il discorso di Beppe Grillo a Bruxelles.

VIENI A FIRMARE A SOLIERA SABATO 13 DICEMBRE 2014 – Banchetto in Via Garibaldi vicino al Cinema Italia – TI ASPETTIAMO, ATTIVATI E PASSA A FIRMARE TU E TUTTI I TUOI CONOSCENTI

#Passaparola #Fuoridall€uro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: